free web hosting | free website | Business Web Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualità ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


Un Matrimonio Speciale

" Dal dubbio…alla gioia "

Comunque è stato più bello del bellissimo mare di Otranto che abbiamo ammirato essendo presenti di fronte al Palazzo di Città aspettando Gloria e Rodolfo. Alle 11: 52 il sindaco li ha proclamati sposi e noi tutti convintamente, senza non poca emozione, abbiamo applaudito per una vita che andrà avanti guidata dalla sola e lucentissima stella polare del bene. Alle 12: 00 la firma: una mano tremolante quella di Rodolfo, una mano altrettanto viva quella di Gloria a sigillo di una vita assieme. Contenti e felici gli amici venuti da Barletta, intimamente quelli venuti da dove il sole non splende molto. Tutti di fronte al sole di una bella unione. Certamente una giornata con tanti soli che riscaldavano i cuori di tutti. I colleghi ufficiali del "comandante", hanno voluto edificare ponti di sciabole per la bellissima Gloria con il "principe dagli occhi e dalla fascia azzurra", facendoci ascoltare il dolce tintinnio delle sciabole lucenti. Conosciamo bene Rodolfo, e apprezziamo il suo cuore, la sua bontà e il suo acuto sarcasmo che non risparmia nessuno e sfida le Istituzioni. Quando il sindaco, nel breve discorso augurale ha detto che "con Gloria siamo amici da quando eravamo piccoli", Rodolfo ha contraccambiato con una frase ad effetto: "quindi almeno da 50 anni". Lo sguardo attento e compiaciuto di Gloria ha colorito di rosso fuoco le guance del suo novello sposo. Un immagine particolare della giornata che iniziava è stata quella della mamma di Rodolfo. Una donna che non era nella pelle e neanche nelle scarpe, ha preferito togliersele e, con portamento da star "holivuddiana" per non rischiare di scivolare sulle pietre bianche e liscem, è corsa ad abbracciare il suo bambino.La fotografia di Gloria con Kevin, le sorelle e la famiglia che si abbracciavano teneramente, è stata la carica alla "dinamo dell'affetto " da utilizzare quando la lontananza si farà sentire.La cerimonia è stata molto bella, durata una intera giornata dal sorgere del sole al sorgere delle stelle. Vissuta e trascorsa tra amici veri che in nottata hanno ballato la "pizzica", danza di forte impatto emotivo interpretata musicata da artisti straordinari. Il buffet di pantagruelica memoria con il sangue di Bacco in versione temporalesca. L'amico Mario, fine avvocato, con diplomazia spicciola chiedeva a Salvatore se il piatto che orgogliosamente difendeva a spada tratta fosse stato preparato "per il plotone".A voi l'immaginazione della quantità; ma sappiate che non basterà. A tavola è andato tutto molto bene e i discorsi più vari e variegati hanno riecheggiato nell'area. Antonio, viceré della giornata, ha dato il meglio di se stesso; il filosofo Arnaldo ci ha allietati con verità indiscutibili; Eugenio, Nico e il Vino un tris che valeva più di un poker di assi. Vincenzo si è materializzato in versi poetici. Delle bellissime Donne presenti più delle parole vogliamo ricordare - e crediamo che non dimenticheremo facilmente - quello che loro ci hanno mostrato e noi abbiamo osservato e ammirato. Verba volant… scripta (nei ricordi) manent. In secula seculorum. Rodolfo, ufficiale e gentiluomo, dovendo onorare la tradizione militare del "brindisi del boccone della rosa" dopo averci fatto mangiare un petalo di rosa rosso ha brindato alla sua Sposa con un frase che neanche il più stellato dei generali avrebbe sognato: "brindo alla mia sposa che è come una rosa".Il sogno dell'amore genera poeti.La storia di Gloria e di Ros è iniziata grazie ad un trasloco di casa, con la sapiente complicità del gioioso Francesco. Poi l'amore ha traslocato la vita di Rodolfo in quella di Gloria. Tutto è andato benissimo e siamo molto grati per la memorabile giornata. In verità abbiamo anche capito che il binomio "vita-amore" colora tutto di gioia e spensieratezza e fa sempre splendere in cielo un arcobaleno di speranza che non tramonta mai. Quando poi tutto è condiviso con gli amici anche l'azzurro del cielo diventa blu cobalto. Essendo l'amore di Gloria e Ros molto caldo, l'Etna non ha voluto mancare di riscaldare Catania per salutare e accogliere questa nuova coppia di giovani sposi dal cuore palpitante. Grazie Gloria e Rodolfo. Grazie alle Vostre famiglie e grazie alla amicizia che ci lega tanto. Con l'affetto di una amicizia sacra. Giuseppe.p.s. Per titolo abbiamo goduto di una speciale consulenza materna.p.p.s. Confessiamo pubblicamente ad alta voce, che queste emozioni abbiamo potuto viverle in maniera intensa, in virtù di una "emozione" che ci tiene dolce e inseparabile compagnia.