free web hosting | free hosting | Web Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualitā ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


Carosis Pino

Pino Carosis nato cresciuto e ...ben pasciuto a Castel Morrone in provincia di Caserta prima che finisse la guerra(la seconda guerra mondiale, non la prima!).
Lavora, o come dicono i maligni, si reca in ufficio a Caserta e questo fatto gli permette uno stipendio che gli consente di mangiare(abbondante) tutti i giorni.
Attore dialettale, nella compagnia "le maschere" di Caserta,con un repertorio classico Napoletano. Nel 1999 sono stati invitati a Milano in rappresentanza dei postelegrafonici del sud, dove si sono esibiti in "signori biglietti" con un ottimo successo.
Ha tradotto in Napoletano dal Veneziano, la commedia armonica seicentesca "La pazzia senile" di Banchielli rappresentata a Maddaloni nella rassegna "Il trionfo del tempo e del disinganno" in cui  oltre a recitare, ha curato anche la regia teatrale.
E' autore di due commedie inedite "la battaglia del Volturno" ambientata a Castel Morrone la mattina del I ottobre 1860, e "Conta che ti passa" un ottimistico spaccato di vita in un paese del Casertano la sera del 31 dicembre attuale, ispirato alle favole del Pentamerone di GiovanBattista
Basile, conosciuto anche come "Lo cunto de li cunti, ovvero lo trattenimiento de li peccerille".
si diverte a comporre satire, ispirandosi a Trilussa (scusate l'accostamento), che prendono in giro la moglie(Che lo sopporta ancora dopo vent'anni di matrimonio) ai figli(due, ma che rompono per dieci) al lavoro, alla politica, alla vita. Quando non trova con chi prendersela, sfotte se
stesso.
Ha raccolto una quarantina di queste satire in un cd multimediale, dove oltre che leggerle, potete sentirle recitate dalla sua viva voce,dal titolo "tradotto dal Morronese". č inutile che vi precipitate nelle migliori librerie, non ce lo trovate,(veramente neanche nelle peggiori), se qualcuno vuole buttare dalla finestra 15.000 lire per comprarlo, deve rivolgersi direttamente a lui: proloco@castelmorrone.com

 

Le satire

Le Termopili d'Italia