free web hosting | free website | Business Hosting Services | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualità ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


Commemorazione vissuta al PArlamento Europeo di Bruxelles

Anche il cielo grigio, sempre grigio, di Bruxelles oggi ha offerto un sole di solidarietà per tutte le Vittime di questa tragedia americana e del mondo intero.
Un sole triste che si rifletteva sulle bandiere a mezza asta che fanno “da scudo” al Parlamento Europeo.
E’ stato angosciante vedere tutte le bandiere abbrunate a lutto.
Angosciante perché rappresentavano un immenso “lutto europeo”, chiarendo in maniera inequivocabile le dimensioni della tragedia.
Bruxelles capitale e cuore dell’Europa, assieme a tutti gli Europei, si e’ fermata per tre intensi minuti.
Tre minuti che sono bastati a costruire “torri” di solidarietà sincera ed incondizionata.
Tutti i presenti al Parlamento Europeo, alle 12.00 in punto, si sono raccolti al terzo piano - dopo il più triste dei suoni della “campanella” che avvisa per le riunioni- in silenzio e in riflessione di fronte all’Aula Plenaria.
Li, vi era un tavolo, ornato solo di fiori bianchi, che sorreggeva i “registri europei” delle condoglianze da inviare alle Vittime.
In un Parlamento, vedere ed ascoltare quel silenzio e’ sembrato una irrealtà.
Solo due timidi flash dei fotografi hanno immortalato quel momento. Le uniche parole ascoltate sono state quelle del Segretario Generale Julian Priestley: “ thank you very much”.
E’ stato tristissimo e molto difficile essere presenti.
Occhi lucidi, sguardi al cielo e mani giunte preganti.
A fine commemorazione ci e’ stato perfino chi ci ha confidato “di non avere calzato i sandali” per rispetto della circostanza, e chi si e’ meravigliato di come mai non sia stata organizzata una raccolta di sangue.
Tre minuti che certamente non passeranno mai nella storia del Parlamento Europeo, nei ricordi e nei cuori di Tutti.

Giuseppe Dimiccoli
Bruxelles