free web hosting | free website | Business Web Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualità ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


La Scuola Francese

Attach3.jpg (368955 octets) Attach4.jpg (389187 octets)

Prendo spunto da quattro pagine di un testo scolastico, inviatemi da un amico residente in Francia, per fare alcune condiserazioni e per invitarVi a riflettere.
E' quasi un mese che non riesco a trovare le parole giuste per esprimere la rabbia che ho dentro.
Una domanda mi si ripete continuamente nella testa: E', questo, un ulteriore attacco giacobino?
Qualcuno potrà rispondermi che si tratta solo di ignoranza. Ed io, di rimando, chiedo: Sono tutti ignoranti i francesi che calano, in vacanza, al Sud?
Tradotto in Napoletano: Ma teneno ll'uocchie foderati 'e prusutto? Di cosa sto parlando?
Vi invito a visionare le immagini.
Ecco cosa insegnano nelle scuole d'oltralpe!
No, non ci sto a questo ennesimo ignobile attacco al Meridione.
E cosa continuiamo a fare Noi Meridionali?
Continuiamo a farci defecare sulla testa; continuiamo a calare il capo nei confronti di chi crediamo superiore a Noi.
Continuiamo a dormire.
Forse non tutti i francesi pensano di Noi quello che è scritto nei testi scolastici.
Ma così si sta tentando di formare una generazione che guarderà al Meridione d'italia con tutto il disprezzo di chi si crede migliore degli altri.
Così come sono state formate generazioni Meridionali alle quali, come i popoli delle Nuove Terre, hanno fatto dimenticare le proprie origini.
Ma a differenza di quelli che vengono chiamati Indiani d'america, Noi Meridionali abbiamo dimenticato la nostra dignità. Abbiamo dimenticato la nostra vera Essenza di Popolo.
Porto, da alcuni anni, al collo una piccola medaglia.
Non raffigura un'immagine Sacra, come la può intendere la maggiorparte di Noi. Ma va ben oltre.
Rappresenta, sì, una Sacralità, ma quella della propria Terra, della propria Patria, della propria Dignità.
Rappresenta i Cavalieri danzanti per la Libertà.
E' un simbolo dei Popoli delle Nazioni delle Nuove Terre.

Ve saluto e v'abbraccio
Gennaro Agrillo
Lazzaro Napoletano
a 141 a.d.i. / a 202 a.d.t.g.