free web hosting | free website | Business WebSite Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualità ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


Pizza di Scarola

Autore Salvatore BellaNapoli

preparazione: 40 minuti

cottura:40 minuti

ingredienti x 6 persone
1,5 kg di indivia scarola
400 g di pasta da pane
60 g di acciughe sotto sale
100 g di olive nere di Gaeta
30 g di capperi sotto sale
50 g di uvetta sultanina
30 g di pinoli
3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
peperoncino, sale e pepe

Lavate l'uvetta e mettetela ad ammollare in acqua tiepida. Mondate la scarola privandola delle foglie esterne e di quelle sciupate, lavatela bene sotto l'acqua corrente e lessatela per pochi minuti in acqua salata in ebollizione. Scolatela, fatela intiepidire e strizzatela fra le mani. Sciacquate i capperi per togliere il sale in eccesso. Raschiate leggermente le acciughe, sciacquatele e dividetele a filetti. Scaldate l'olio in una padella e a fuoco moderato fatevi imbiondire gli spicchi d'aglio a fettine insieme ad un pezzetto di peperoncino. Aggiungete le acciughe e, schiacciandole con una forchetta, fatele disfare nell'olio. Unite la scarola tagliata grossolanamente, i capperi, le olive snocciolate e spezzettate, l'uvetta scolata e asciugata e i pinoli. Salate poco e, a fuoco vivace, fate insaporire e asciugare la verdura per una diecina di minuti mescolando spesso. Ungete leggermente una placca da forno, adagiatevi la pasta e, con le mani, stendetela in tutti i sensi fino all'altezza di circa 1/2 cm, lasciandola un po' più alta ai bordi. Versate il composto di verdura sulla pasta distribuendolo in maniera uniforme e lasciando libero il bordo. Mettete la pizza nel forno precedentemente scaldato a 220° e fatela cuocere per circa 40 minuti. Servitela tiepida o fredda. La pizza di scarola, piatto tipico della cucina napoletana, viene preparata tradizionalmente la vigilia di Natale anche nella versione che prevede il ripieno chiuso fra due fogli di pasta.

Un saluto a tutti.

SALVATORE-BELLANAPOLI

Commento di Vittorio: Che dire di questo stupendo piatto? Dico solo una cosa che quando ero ragazzino odiavo la pizza con le scarole. Mo’ mi domando ma si può essere così stupidi da ragazzi? Boh? Adesso la mangerei sempre. Mi dispiace solo che via web non si possa far sentire il profumo…………

 

Vittorio