free web hosting | website hosting | Business Hosting Services | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

Sito ufficiale della Mailing List NapoliBella
Home   GuestBook   E-Mail   Pizziate   Incontri    Foto personali   Attualità ed Articoli
Foto di Napoli   Foto furastiere   Poesie    Rrobba ammiscata  
Ricette  Siti preferiti  


Proverbi Napoletani (T)

Pagina precedente

T' aggi'a cosere 'nu' vestitiello 'ncuollo Ti devo sistemare per bene, ti devo inquadrare io 
T'aggi' 'a fa' abballa' 'ncopp 'o cerasiello Ti terro in sospeso, ti faro ballar sulla corda!
T' aggia fa asci' 'e ssove 'nculo. Te la faccio pagare, ti facio passare i guai tuoi
T'aggi' 'a fa' caca' dint' 'a 'n 'agliara  Ci pensero io a metterti in riga, a farti rigare diritto!
T' aggia fa' caca', l' uva, l'aceno e 'o struppone. Ti faro pagare tutto quello che bai fatto!
T' aggia vedé 'ncoppa 'e grare 'e 'na chiesia cu' 'a mana aperta. Devo vederti chiedere l'elemosina!
T' aggio rotte l' ova 'mmano Ho rovinato i tuoi progetti 
Taglia curto quanno 'o mmale sta dint' 'a radeca!  Quando il male è profondo bisogna estirparlo dalle ràdici 
Taglia' 'e panne 'ncuollo a una. Parlar male di qualcuno
Tale arbero, tale frutta...  Tali i genitori, tale il figlio 
Tal' è lo rammo tal' è la chianta Il ramo è come la pianta: l'indole, la salute, sono spesso ereditari
Tale mamma, tale figlia...  Se' la mamma è stata una buona madre di famiglia. cosl sarà la figlia (o viceversa) 
Tale principio, tale fine.  Come si esordisce nella vita, cosi si prosegue e si finisce 
Tanna sta lu bbuono 'nfino a che vo' lu cattivo. Sono i cattivi che mandano avanti il mondo: i buoni hanno ben poche possibilità 
Tanno è chiagnuto 'o muorto veramente quanno more e nun lassa niente Quando muore qualcuno che non lascia eredità, se i parenti lo piangono vuol dire che veramente lo amavano con tutto il cuore 
Tanno è grano quanno sta' dint' 'a ne votta. Non bisogna cantare vittoria se prima non si è sicuri di averla ottenuta
Tanta niente accedettero 'o ciuccio 'e Fechella Tante piccole malattie assommate possono produrre un danno pari ad un grave malanno 
Tanta vote chiagne lo justo pe' lo peccatore Tante volte paga l'innocente per il colpevole
Tanta vote va la lancella dinto a lo puzzo 'nzi' che 'nce resta la maneca Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino
Tante d' 'e mazzate' ca se mettessero parrucche e dentiera Hanno avuto tante di quelle botte che si dovrebbero mettere parrucche e dentiera
Tant'è zuppa ca pane 'nfuso Più o meno la stessa cosa. Non cambia niente
Tanti pezzecate facettero 'a carne nera Tante piccole seccature, unite, danno molto fastidio
Tanti valle a canta' e nun schiara maie 'o juorno Quando sono in troppi a comandare non si conclude nulla, il lavoro non procede bene 
Tanti vvote chi rire' a matina chiagne 'a sera La fortuna è mutevole e puo' cambiare daI mattino alla sera
La fortuna è mutevole e puo' cambiare daI mattino alla sera E' meglio pagar le tasse che finir male 
Tanti vvote l'apparenza 'nganna L'apparenza spesso inganna 
Tanti vvote 'o mmale nun è disgrazia. Non tutti i mali vengono per nuocere 
Tanti vvote 'u no' vo' dicere si ! Un no detto con un sorriso malizioso e con gli occhi bassi non puo esser preso in considerazione ! 
Tanto ca sbariajene 'e pazze 'nfin 'a che menajene 'o mastugiorgio int' 'o puzzo L'unione fa la forza, e la persona più sicura di sé puo essere in pericolo di fronte ad 
un gruppo, anche se di ragazzi o di pazzi 
Tanto è mariolo chi arrobba quanto chi tene 'o sacco E' ladro non sotlanto chi ruba, ma anche chi gli permette di rubare
Tanto lampa affi' ché trona; tanto trona affi' ché chiove; tanto chiove affi' ché schiove .  Tutto finisce, tutto in natura segue il suo corso naturale 
Tanto 'nce sta da la casa mia a la toja quanto 'nce sta da la casa toja a la mia. Se tu non puoi venire a casa mia perché abiti lontano non vedo perché dovrebbe essere più facile per me venire a casa tua (l'amicizia deve basarsi sull'affetto reciproco
Te ce vonno diciannove sorde p'appara' 'na lira. Che vuoi fare se non hai danaro?
Te do 'a capa 'e Zi' Vicienzo ! Non ti do un bel niente! (dal latino sine centium)
Te do 'nu sciacquammola e bonasera! Ti do uno schiaffo e cosi' la facciamo finita
Te fa cade' 'o ppane e 'o ccaso 'a mano Ti fa cader le braccia 
Te faccio correre pe' Bicenzone ! Ti faccio correre! (daI medico, dall'avvocato)
Te faccio 'o pilo e 'o contrapilo Ti concio io per le feste, me la pagherai
Te faccio vede' 'e surece russe! Ti faccio veder i sorci verdi!
Te fa fa' la croce 'a smerza. Ti fa scandalizzare
Te fa vede' la luna 'int'a 'u puzzo! Ha l'abilità di farti credere a tutto cio' che dice (ti racconta balle)
Te faccio cammena' a piede scauze! Ti faro' chiedere perdono per cio' che hai fatto!
Te la vede' 'o lardo 'int''a fiura... Ti attira con la speranza di un guadagno minimo (non ne vale la pena)
Te l'haggio conciato 'ncordovana Ti ho conciato per le feste. 
Te l'haie pigliato cu' 'o mmale fele!  Sei stato cosl scorbutico, odioso! 
Tené 'a mugliera 'e campagna. Avere una donna di straforo (cioè un'amante)
Tene' 'a neve 'int' a sacca. Avere fretta
Tenè 'a parola superchia Avere un asso nella manica
Tene' 'a panza a ' o sole  Aver la pancia vuota, non aver niente da mangiare
Tene' ' a panza azzeccata cu' 'e rine Non aver pancia, esser magrissimi 
Tene' 'a pepitola 'mmocca.  Parlare continuamente Essere dei gran chiacchieroni 
Tèné 'a povere 'ncopp' 'e rrecchie.  Si dice dei pederasti, detti in napoletano per l'appunto " ricchioni ".
Tèné'a vocca sfunnata. Non saper mantenere un segreto
Tené' 'a votte chiena e 'a mugliera 'mbriaca.  Non si possono ottenere due cose opposte (comperare qualcosa senza pagarla, lavorare e passeggiare nello stesso tempo, ubriacarsi senza consumare il vino) 
Tené' 'a zeppola 'mmocca. A vere la pronuncia blesa
Tené' carrozze e cavalle Esser ricchi, potersi permettere dei lussi
Tenè cchiù corne 'e nu cato 'e maruzze Avere più corna di un catino pieno di lumache
Tene' 'e braccia attaccate Aver le mani legate, non potere fare qualcosa anche se si avrebbe il desiderio di farIa 
Tené 'e chiorde 'int 'e ccosce. Aver le gambe molli, non aver la forza di camminare 
Tené 'e corne a ceppe... Esser cornuto...
Tène 'e corne e nun se n' addona Esser tradito dalla moglie e non saperlo
Tene' 'e cosce a màneca 'e cato. Aver le gambe storte
Tené 'e cosce a tarallucce: 'nce passa pe' 'mmiezo la ferruvia Aver le gambe arcuate
Tené 'e diavule ncuorpo Avere il diavolo in corpo, esser vivace (anche senza cattiveria)
Tené' 'e diente caruliate  Avere i denti cariati, avere qualche vizio
Tené 'e fresille all' uocchie Non voler vedere o veder male
Tené' 'e làppese a quadriglié'. Aver moIte preoccupazioni, esser sovrappensiero
Tene' 'e mmane bucate Essere uno spendaccione 
Tene' 'e mmane d'oro Saper fare moIte cose (esser laborioso e abile)
Tene' 'e piere 'e chiummo Esser molto prudenti, avanzare prendendo grandi precauzioni 
Tene' 'e piére 'e lépere Esser veloci oppure essere sempre pronto a prender la fuga
Tene' 'e pile 'ncopp' 'o core Esser crudele, senza pietà 
Tene' 'e sache sfunnate Si dice quando per una persona non ci son soldi che bastino 
Tene' 'e sanguette arreto Essere sfruttato da sanguisughe, da parenti o amici che ne approfittano
Tene' 'e sante 'mparaviso Avere conoscenze alitolocate
Tenè 'e terre spase 'o sole Avere dei possedimenti 
Tène folla Pintauro! Si dice di persona che sia molto corteggiata o di negozio o studio molto affollato ( come la pasticceria Pintauro) 
Tene' 'i buttune Aver soldi 
Tene' l'arte a 'e mmane Conoscere un mestiere 
Tene' l'arteteca. Essere irrequieto, non stare un momento fermo 
Tené' le gambe a icchese Aver le gambe storte all'infuori
Tene' le mmane longhe Si dice di un ladruncolo, un tipo pericoloso, o di un uomo che non rispetti le donne
Tene' le piere doce Avere i piedi piatti
Tene' le piere 'e papera Camminare con le punte dei piedi in fuori
Tene' le terre spase a 'o sole Esser possidente, aver delle proprietà fondiarie
Tene' l'uocchie scazzate Aver gli occhi incollati, sporchi
Tene' maniglie pe' tutte parte Avere dovunque la possibilità di raccomandazioni, di appigli 
Tene' massarie spase a 'o sole Possedere terreni
Tène 'na faccia ca nce so ponno scugna' 'e pigne! Aver la faccia tosta 
Tene' 'na faccia 'e Pasca Esser sempre sorridente, aver la faccia dell'abbondanza e della bontà
Tene' 'na faccia 'e santumiserino Dare un 'impressione di tristezza e di miseria
Tene' 'na mana a fa' zeppole Essere abile ad improgliar la gente
Tené na meza lengua Avere una pronuncia difettosa parlare stentatamente
Tene' 'na parola superchia... Potersi vantare di qualcosa
Tene' 'n' appuntamento 'e vrachetta Avere un appuntamento con una donna compiacente 
Tène 'na varva comm' 'a Salardo! Ha una barba lunghissima! (detto in tono canzonatorio, per lo più)
Tene' 'ncanna cumm' all uovo 'e Pasca Non sopportare una persona
Tene' 'nconcia Tenere in sospeso, in gestione
Tene' 'nfrisco a uno Temporeggiare con una persona, tenerlo in sospeso; tirar per le lunghe una risposta 
Tenenno, putenno, pavanno... Se avro' soldi se potro, paghero...
Tene' 'nu chiuovo 'ncapo Avere un'ossessione, una fissazione, una preoccupazione 
Tené 'nu diavulo pe' capillo Esser molto adirati 
Tené 'nu pisemo 'ncopp' 'o stommaco Avere un peso sullo stomaco, in senso materiale, avere cioè mal di stomaco o in senso figurato (cioè sentire il bisogno di liberarsi di una preoccupazione, di gridare la propria rabbia) di dire il proprio malcontento 
Tène 'o ballo'e San Vito Si dice di chi non sta un momento fermo
Tenè 'o mariuolo 'ncuorpo Nascondere qualcosa
Tenè 'o puorco 'mmano Dettare legge
Tenè stampato 'ncuorpo  Conoscere bene qualcuno
Tengo li panne a chi va a natare Faccio qualsiasi mestiere che non stanchi troppo...
Tenite 'e 'mmane a posto suio, ricette 'a cozzeca a 'o purpo Alcuni uornini son cosi' svelti di mano che si direbbe ne avessero tante come il polipo 
T'è piaciuto 'o capretto pasquale? ...e mo rosechete l'osse Quando ci si prende il lato bello di una situazione non bisogna larnentarsi dei lati brutti. ( se ti prendi a casa un parente anziano per i suoi soldi non devi larnentarti dei fastidi che ti dà o se ti sei presa la moglie brutta perché era ricca, devi tenertela senza fiatare) 
T'è piaciuto 'o pesciariello... e mo tienatello.  i è piaciuto far l'amore ed ora che sei incinta, te lo devi tenere (il bimbo) 
Te porto a lo 'Ncurabbele cu' cient'ova!  Se sei pazzo ti porto all'Ospedale degIi lncurabili con cento uova per curarti... 
Te pozza afferra' 'nu panteco Ti possa venire un colpo
Te pozza cade' 'a lengua!  Ti possa cader la lingua, cosi' imparerai a dire cattiverie! 
Te pozzano magna' 'e cane Che ti mangino i cani 
Te pozza piglia' 'a lava d' 'e Virgene ! Che tu possa esser trascinato dal torrente che si forma ai Vergini quando piove! (la discesa dei Vergini diventava un vero e proprio torrentello ribollente)
Te pozza piglia' Patamo! Imprecazione scherzosa 
Te pozza vede' comm' 'a li cuolle muzze de Resina!  Mi auguro di vederti un giorno o l'altro senza testa (come le statue acefale di scavo che sono a Resina!)
Te pozza veni' 'nu riscenziello.  Ti possano venir le convulsioni 
Te puozze sazia' 'e terreno 'e campusanto. Che tu possa morire 
Te riesce a ppilo! Ti riesce benissirno, alla perfezione 
Terra nera buono grano mena La terra nera fa buon grano 
Te scorre 'a sapienza pe' li tallune ! La sapienza ti vien fuori dai talloni! (Dio, quante arie ti dai, ma chi credi di essere?) 
Te si' piazzato casa e puteca  Ti sei sistemato bene - ce l'hai messa tutta
Te si' pigliato a chillo pe' cupierchio. Si dice a una moglie che non rispetta il marito 
Te si' smerdato cu' lleverenzia d' 'a faccia Sei finito proprio nella m..., e scusami se uso un termine cosi' volgare 
Te tengo 'a cammera 'e mmiezo!  Di te me ne frego, non ti do nessuna importanza 
Te voglio rompere 'e ture pe' te sana' 'a malatia Pur di farti star bene ti faro soffrire 
Te voglio tira' 'o vraccio! Hai fatto lo sforzo! 
Te vulive magna' l'aragosta, e mo abbuffate 'e rapeste Contentati di quello che hai... Per voler strafare, stai peggio di prima 
T'haie agliuttuta la paparocchia! Ti sei fatto imbrogliare! (hai creduto a quello che ti hanno detto)
Tirà 'a sciaveca  Lavorare sodo
Tira cchiù 'nu pilo 'e fessa ca 'na pareglia 'e vuoie Traduzione inutile!!!!!!
Trasi' dint'â scazzetta d' 'o prevete Voler sapere i fatti più intimi della gente
Tre cose nun s'hanna maje 'mprestà : Libbre , denare e mugliera Non prestare mai libri , soldi e moglie
Tre femmene e 'na papara fanno 'nu mercato Bastano tre donne ed un'oca per trasformare un luogo in un mercato (forse... anche una sola
Tre fiche nove rotole e 'na cèveza 'nu quintale Si dice di chi drammatizza, di chi di una piccola cosa ne fa una tragedia
Tre ghiuorne e' freve 'e po' salute a nuje! Tre giorni di febbre, ed è scomparso... (Dio ne liberi! ) 
Tre le dute prencepale de l'anema de l'ommo: memoria, 'ntellette e voluntà. Tre son le doti principali dell'uomo: memoria, intelligenza e volontà 
Trenta e uno, trentuno Abbiamo fatto tanto, possiamo fare un ultimo sforzo (oppurè: siamo in tanti che uno meno non ci darà fastidio
Tre sciorte de persone se tene la puttana: smargiasse, belle giuvane e corrive. Tre tipi di uomini piacciono alla prostituta: il prepotente, il bello e il dispettoso 
Tre sciorte de persone songo patrone de lo munno: pazze, presuntuose e mariuole Tre tipi di persone sono padroni del mondo: pazzi, presuntuosi e ladri 
Tre so' 'e nemmice 'e l'ommo: carte, penna e calamaro Tre sono i nemici dell'uomo: carta, penna e calamaio
Tre so' 'e putiente: 'o papa, 'o rrè, e chi nùn tene niente  Tre sono i potenti: il Papa, il Re e chi non ha niente
Tre so' frate carnale: avesse, vurrta, macàro Queste tre parole sono parenti stretti: avessi, vorrei, magari 
Tre so' le bertù principale de lo sbirro: abbista, secùta e afferra Tre sono le virtù del poliziotto: scoprire, inseguire e arrestare
Tre so' le cose de gran soddisfazione: vevere, magnare, cacare. Le tre cose che danno maggior soddisfazione sono bere, mangiare e... evacuare
Tre so' le cose utele allu cortesciano: fregnemiento, fremma e sciorte Tre sono le cose utili all'adulatore: giudizio, flemma e fortuna
Tre so' l'emme ca ognuno si have parte: miédeco, matto, mùseco Di queste tre emme ognuno ha la sua parte: medico, matto e musico 
Tre so' li lenguagge de li muonece: damme, vamme, famme re son le parole preferite dei monaci: dammi, vai e fai
Tre songo le principie naturale: materia, forma e privazione Tre sono i principi naturali: materia, forma e... privazione (corollario napoletano di una massima universale)
Tre songo le sciorte de l'anemale: vegetativo, sensetivo e 'ntellettivo Ci sono tre tipi di animali: vegetativo, sensitivo e intellettivo
Tre songo li termene d'ogne cosa: prencipio, miezo e fine Ogni cosa ha tre tappe: il principio, la metà e la fine
Trica ca vene pesante Non importa aspettare purché vada bene, purché ci si guadagni 
Trica malanno e guaie a chI l'aspetta, po' ne vene una bona e paga tutte Le malattie e i guai possono ritardare, ma comunque arrivano 
Tricchi tracche, tant' a parte Dividiamo in parti uguali
Trista è la casa 'addo' nun ce sta niente. Misera è la casa del povero
Tristo chi cade sott' 'a rasola!  Povero chi ci capita! (la rasola sarebbe la lama del boia) 
Tristo chi lo pignato mette a speranza d'auto Povero colui che ha bisogno dell'aiuto altrui per il proprio sostentamento 
Tristo chi more e Paraviso nun trova Peggio per chi muore e non va in paradiso
Tristo rogna e peo tegne La rogna è brutta, ma la tigna è peggiore
Trivolo comune è miezo gaudio Mal comune è mezzo gaudio 
Troppe remmedie fanno veleno Troppe medicine diventano un veleno per l'organismo 
Troppo tarde cantaste 'o Miserere Troppo tardi ti sei pentito... 
Trova cchiù ampressa 'a femmena 'a scusa ca 'o sorece 'o pertuso. Fa più presto una donna a trovare una scusa che un topo a trovare un buco per salvarsi...
Trovete 'nchiuso e pérdete chisto alfare E' meglio perderlo che trovarlo questo affare... 
Truva' 'a forma d'a scarpa soja. Trovare chi sa tenerti a bada, chi ti risponde a tono
Truva' cavicchio pe' ogne pertuso Trovare un appiglio per qualsiasi cosa
Truva' ll'America Trovare il modo di far fortuna 
Truva' , na pezza a culore Trovare una scusa 
Truvarse a mal'acqua. Trovarsi in cattive condizioni finanziarie 
Truvarse 'int' 'o ballo Trovarsi in ballo, non potersi ritirare da un affare, essersi compromesso
Tu appartiene 'a cungregazione d'i tre a barile!  Sei un ubriacone, ti piace molto il vino
Tucca' 'ncopp 'o debbole Toccare sul punto debole
Tu faje comme 'a lo cane de l'ortolano. Tu desideri il male degli altri, sei invidioso e finisci col fare anche il tuo male 
Tu haie fatto primèra e io aggio fatto frùscio Tu sei riuscito a fregarmi la prima volta e questa volta son riuscito io a fartela 
Tu me cieche e io t'affoco Se tu vuoi farmi del male io sapro vendicarmi non me ne staro tranquillo 
Tu me sierve 'e mucco e io te servo 'e sputazza Come agisci tu nei miei confronti cosi agiro' io nei tuoi 
Tu nce daje 'o pizzo! E' proprio cosi' hai ragione 
Tu nce daje proprio 'mmiezo!  Hai colto proprio il nocciolo della questione, l'hai centrato
Tu nun vuo' né tenè né scurteca'. Non vuoi ' prendere né vuoi dare non vuoi andartene e non vuoi restare
Tu sciusce e je cavere voglie Non venire a pestarmi i calli, lasciami fare
Tu si accussi' cannaruto ca te vulisse magna' quaccos' 'e buono pure 'ncapa 'a nu zelluso Sei cosi goloso che mangeresti cio che ti piace persino poggiato sulla testa di un tignoso
Tu si bona quant' 'a 'nu buono juorno Sei buona quanto un giorno fortunato
Tu si' cumm' 'o cuorno: niro, tuosto e fuceto 'a dinto! Tu sei corne un corno, nero, duro e vuoto!
Tu si' figlio 'e 'na coperativa 'e pate  Figlio di puttana (quanne ce vo'... ce vo'...!)
Tu si' nu guaio ' e notte Sei proprio un guaio grosso! sei proprio uno scocciatore!
Tu si 'nu scuoglio ca nun fa patelle Sei talmente avaro che nessuno pensa nernmeno di avvicinarsi a te per chiederti qualcosa 
Tu si pesce ' e cannuccia Si dice di chi si lascia facilmente imbrogliare
Tu staie 'ncroce 'a 'nu puzzo. Stai proprio in una brutta situazione: ti compatisco
Tu staie spase a 'o sole' e tutt' 'e grazie Non ti manca niente: chi meglio di te
Tu te frusce e io m' a scioscie Tu ti illudi, mentre io non ti penso proprio...
Tu te pappe 'sta capa 'e cazzo Avrai un bel cavolo!
Tu t' hé magnato 'e mmele aitanelle e a me gelano ' e diente Tu hai fatto un guadagno ed io ho avute le seccature
Tutta pe' te se fa 'sta festa!  Proprio per te abbiamo organizzato questa festa! Per te, comunque ci stiamo dando da fare (anche in tono ironico) 
Tutte chiacchiare e niente fatti!. Fa tante chiacchiere, tante promesse, ma poi non le mette in pratica
Tutt' 'e cunsiglie lassa, e piglia 'o tujo.  Lascia perdere i consigli aItrui e fai di testa tua 
Tutte diceno ca l'ammore è amaro, ma ognuno vo' pruva' se po' è overo Si dice che l'amore è amaro, ma tutti vogliono provarlo per vedere se è vero
Tutte è bbuono a 'ssapé.  Fa piacere saperlo, è sempre bene essere al corrente
Tutte ' e peccate murtale so' femmene ! l peccati mortali son tutti al femminile!
Tutte 'e pile add' ' o piluso Tutte le seccature si accumulano sulle spalle di chi ne ha già tante... 
Tutte l'uommene camminano cu' 'e piere Gli uomini sono tutti uguali, e tutti sono soggetti agli stessi guai ed agli stessi errori
Tutto a Giesù e niente a Maria.  Non puoi dividere cosi ingiustamente...
Tutto fummo e niente arrusto!... Si dice di chi promette molto e non mantiene (oppure vuol far credere di essere qualcuno mentre è una nullità)
Tutt' 'o lassato è perduto  Tutto ciò che è lasciato è perso
Tutto fernesce e 'a morte s'abbicina... Tutto finisce, mentre il tempo passa...
Tutto po' essere, fore ca ll'ommo priéno Tutto è possibile tranne che l'uomo incinto
 

Pagina precedente